Il progetto Dual Breeding Le razze bovine a duplice attitudine: un modello alternativo di zootecnia eco-sostenibile

Le razze a duplice attitudine sono particolarmente adatte ad essere allevate in sistemi a basso impatto ambientale, in particolare nelle aree dove l'attività zootecnica non è solo attività economica, ma svolge anche una funzione sociale e ambientale. Inoltre, le caratteristiche di rusticità, resistenza alle malattie, fertilità etc., rendono queste razze adatte anche all'allevamento biologico. Tuttavia è necessario enfatizzare queste caratteristiche di pregio intrinseche alla razza fornendo strumenti selettivi diversi che focalizzano la loro attenzione su aspetti legati alla salute degli animali e alle emissioni nell'ambiente.

Il benessere animale deve rappresentare un obiettivo da perseguire adottando tecniche di allevamento il più possibile rispettose degli animali, ma anche facendo scelte selettive che portino a selezionare animali che manifestano una notevole capacità di adattamento e di resistenza allo stress. Riguardo alla riduzione dell'impatto ambientale, alcuni studi indicano come l'allevamento di razze a duplice attitudine porterebbe a, parità di latte e carne prodotti, a dover disporre di un numero inferiore di animali rispetto alle razze specializzate, con un conseguente risparmio delle risorse ambientali e un minor impatto in termini di inquinamento da reflui zootecnici e gas serra. Di per sé, quindi, la selezione per la duplice attitudine rappresenta un sistema indiretto per la riduzione del carico di animali per unità di prodotto (latte e carne) ottenuto e, di conseguenza, una riduzione dell'impatto ambientale.

Altro passaggio cruciale è la longevità degli animali in allevamento che si può incrementare garantendo migliori condizioni di allevamento ma anche selezionando i bovini per aspetti legati alla durata della carriera produttiva. Una maggiore longevità si traduce in minori fabbisogni per l'allevamento della rimonta ossia vi è necessità di allevare un minor numero di capi. Non solo, disporre di animali capaci di adattarsi alle diverse condizioni di allevamento, fertili, resistenti alle malattie, o comunque in grado di recuperare nel breve la condizione, si traduce non solo in animali più longevi ma anche in un minor utilizzo di medicinali (in particolare antibiotici). La longevità va quindi perseguita come un obiettivo primario attraverso la definizione di nuovi indici come: fertilità, persistenza della lattazione, longevità diretta, indice mastiti...; queste informazioni andrebbero ad aggiungersi a quelle già prodotte come la morfologia funzionale e la mungibilità. 

SCARICA IL PROGETTO ANARE IN FORMATO PDF 

Le Associazioni Nazionali coinvolte

Le associazioni nazionali delle razze Pezzata Rossa Italiana (ANAPRI), Grigio Alpina (ANAGA), Rendena (ANARE), Reggiana (ANABORARE) e Valdostana (ANABORAVA) hanno unito le forze in un progetto collettivo chiamato "DUAL BREEDING". Il progetto coinvolge complessivamente 16 razze bovine a duplice attitudine, dalla Val d'Aosta alla Sicilia ed è finanziato dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Autorità di gestione:  MiPAAFT) tramite il Programma di Sviluppo Rurale Nazionale - Sottomisura 10.2.